Ipoglicemia neonatale

Con ipoglicemia neonatale s’intende il brusco abbassamento della glicemia nel neonato. Si tratta di un disturbo che può portare gravi conseguenze e può comportare anche la morte del piccolo, ragion per cui occorre essere informati e prestare molta attenzione.

Le ipoglicemie nel neonato possono essere di due tipi:

  • transitorie
  • croniche

Nel primo caso si tratta di una carenza di glucosio dovuta ad una nascita prematura o un ritardo intrauterino di crescita, o ancora infezioni, casi di ipotermia e cardiopatie. Nel secondo caso sono dovute a problemi endocrini o a disturbi del pancreas, in questi casi si ha un eccesso di produzione d’insulina.

Alcune forme sono presenti dalla nascita, altre si presentano sporadicamente ed il neonato reagisce alla terapia a seconda della sua costituzione e della tipologia di ipoglicemia.

Ipoglicemia neonatale: cause

In primis è necessario sapere perché il neonato può incorrere in crisi ipoglicemiche, ecco alcune cause:

  • maggiore fabbisogno energetico;
  • mancato apporto di glucosio tramite placenta;
  • nascita prematura;
  • disfunzioni pancreatiche;
  • patologie perinatali;
  • cardiopatie congenite;
  • diabete della gestante e farmaci da lei assunti;
  • setticemia;
  • denutrizione.

Ipoglicemia neonatale: sintomi

Nell’ipoglicemia neonatale i sintomi sono:

  • tremore
  • irritazione
  • crisi di pianto
  • cianosi
  • apnea
  • vomito
  • rifiuto del cibo
  • scarso tono muscolare
  • spasmi
  • convulsioni
  • epilessia
  • letargia

Superate le sei ore di sintomatologia vi possono essere conseguenze neurologiche ed il neonato può esser a rischio di vita.

Ipoglicemia neonatale: cosa fare

La monitorizzazione della glicemia è importante soprattutto nel caso in cui vi siano cause e problemi sopra elencati. Attraverso il controllo si può scoprire se il neonato soffre di sbalzai glicemici pericolosi. In ogni caso la sintomatologia non va mai presa alla leggera ed è opportuno, qualora si manifesti, recarsi al pronto soccorso o chiamare il 118. In caso si notino significativi sbalzi glicemici o crisi ipoglicemiche frequenti occorre sottoporre il neonato ad ulteriori esami, dietro prescrizione medica.

 

One Response to Ipoglicemia neonatale

  1. Carmela Giuliani ha detto:

    Buonasera sono molto preoccupata per la bimba di due mesi di mia nipote,perché nonruesce a stare sveglia durante tutto il giorno,la notte è irritabile e piange.La bimba è nata a 36 settimana,ma pesava 3,600 chili.Non è stata subito attaccata al seno,e poco nutrita dopo,perché mia nipote ha avuto un cesareo,da lei richiesto perché non sopportava il travaglio e essendosi rotte le acque è stato necessario accelerare il parto.In ogni caso per una serie di motivi,mia nipote dopo pochissimi giorni non ha provato più ad allattare la piccola al seno sebbene avesse molto latte.La piccola è stata da subito allattata artificialmente,tra qualche giorno compirà 2 mesi,ma non interagisce perché è sempre addormentata, apre appena gli occhi che sembrano assenti,non segue ,mentre la notte è irritabile piange,fino a diventare cianotica,beve con voracità e poi si riaddormenta,in una sorta di agitazione,durante il giorno dorme e beve aprendo a malapena gli occhi.Sarebbe il caso di allertare il pediatra?Dato che mia nipote inesperta non si rende conto e si preoccupa solo del fatto che la notte non dorme e il giorno non si sveglia ed è apatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.